non è solo un gioco

rissa delio rossi Ljajic

Questi ultimi tre giorni anche chi non si è mai interessato al calcio ha voluto dire la sua sul fatto della settimana.

Mi riferisco ovviamente alla ‘scazzottata’ tra l’allenatore della Fiorentina ed il suo giovane talentuoso calciatore, ancora da verificare sul campo.

E’ stato tutto un fiorire di giudizi, commenti e discussioni anche da parte di chi non ha mai seguito questo sport, non sa chi è Delio Rossi e chi è Ljajic.

E non mi riferisco soltanto a quelli con cui ho avuto personalmente contatto, ma anche ai tanti opinionisti ed ospiti televisivi e giornalisti della carta stampata.

Tutti hanno condannato il gesto, e su questo non c’è discussione, ma hanno anche preso le parti dell’uno o dell’altro .

Pochi hanno ragionato sulle motivazioni del gesto .

Riguardando i filmati ho visto Ljajic sorpreso della sostituzione, ed in effetti fino a quel momento non aveva demeritato ed era solo il 30° del primo tempo, ma è uscito dal campo senza gesti plateali ed anzi con un sorriso amaro sul viso.

Ljajic poi entra in panchina e rivolge un applauso al mister e gli dice poche parole. Un atteggiamento senz’altro irriverente, ma che se non fosse stato per le telecamere nessuno avrebbe colto, al riparo della panchina. Una recriminazione quindi a tu per tu, alla faccia di chi parla di immaturità del ragazzo .  In qualche modo al riparo da occhi indiscreti, non proprio negli spogliatoi come invece qualche falso moralista reclama che devono essere risolte queste questioni.

Ho visto ben altri campioni, di quelli affermati e consacrati, fare gesti molto più volgari in campo diretti ai propri allenatori, ma a servizio del pubblico, non per un confronto anche duro con il proprio tecnico. Ma a Totti, Ibrahimovic, Balottelli, Zanetti e Del Piero tutto è permesso.

La reazione  di Delio Rossi è stata veramente immediata. Non c’è stata altra replica, non c’è stato un momento di valutazione, non ci sono stati sguardi significativi. E’ partito fulmineo come se non aspettasse altro .   Questo mi fa pensare che la ragione dello scatto non siano state presunte offese alla famiglia, per le quali come minimo ci sarebbe voluto qualche scambio di battute in più.

Ecco il video della rissa per chi ancora non l’ha visto (dove eratate ?  😀 ), ma manca il momento della sostituzione che è essenziale.

A mio parere si sottovaluta lo stress che hanno i tecnici .

Sono unici responsabili dell’andamento di una partita e costretti a rimanere in uno spazio ristretto e delimitato mentre invece vorrebbero essere in ogni momento alle spalle del giocatore con la palla a dirgli la cosa giusta da fare .

Mentre i giocatori finito l’allenamento, corrono a casa o a divertirsi, il mister per tutta la settimana è sul pezzo, a considerare lo stato di forma dei suo giocatori, a valutare possibili formazioni, consultare bollettini medici e studiare la squadra avversaria.

Il tecnico è a lavoro 7 giorni su 7, sempre in tensione, per cercare di far giocare in un modo preciso i giocatori, che poi però in campo agiscono secondo la loro testa e le loro possibilità fisiche.

Stress che ricordiamolo è stato il motivo per cui Sacchi lasciò il Parma di punto in bianco, senza che apparentemente ci fosse nessun motivo tecnico per suscitare tante emozioni negative. Sacchi più volte ha sollevato l’argomento, ricordando quante siano le responsabilità che gravano su un allenatore di calcio e di qualsiasi altro sport.

Certamente il rapporto  Rossi e Ljajic si sarà incrinato ed esasperato già nei giorni precedenti, se non nelle settimani. L’allenatore non è contento del calciatore, e non solo per quei 30 minuti di partita, e per il calciatore non c’è intesa con l’allenatore.

Quindi in quei pochi secondi, con la Fiorentina sotto di due reti a zero che la avvicinano terribilmente alla serie B, lo stress accumulato sfocia in un gesto fisico che non è proprio del carattere di Rossi.

Sa immediatamente di aver sbagliato, sa che questo avrà ripercussioni sulla sua carriera molto più a lungo dei tre mesi di squalifica. E Ljajic, contro cui adesso si scagliano anche i tifosi, ha fatto forse molto per scatenare il gesto, ma non in quel preciso momento.

Stress quindi che non giustifica affatto il gesto, ma sicuramente lo spiega.

Partita Betfair BWin Eurobet BetClic  Intralot Sisal Better
Gubbio – Juve Stabia X 2,95 3,20 3,00 3,00 3,10 3,20 3,15
Werder Brema – Schalke 04 X 3,50 3,60 3,45 3,75 3,50 3,30 3,65
Olhanense – maritimo X 3,00 2,90 3,05 3,00 2,90 2,90 3,10

Notare come la partita di bundensliga non sia di facile interpretazione, visto che anche le quote variano tantissimo da 3,30 al 3,75 di BetClic , che vale certamente la pena di sfruttare.

LMT_Better Scommesse - Parti favorito - Image Banner 300 x 250

non è solo un gioco ultima modifica: 2012-05-05T12:36:54+00:00 da 3Pareggi admin

Mi interessa la tua opinione su questo, lascia un commento