Italia Giappone Confederation Cup Brasile 2013 – cronaca live

italia giappone con zaccheroni

Mezzanotte è un orario un po’ strano per una partita di calcio.

Italia Giappone andrà in onda praticamente domani, alle 0.00, e non so quanti seguiranno questa partita, che non è calcisticamente molto di richiamo.

Le curiosità sono legate perlopiù a Zaccheroni, allenatore della squadra del sol levante, ed alla simpatia che questi strani giapponesi spesso suscitano negli italiani.

Ormai mancano 10 minuti alla partita, la seguirò su Sky Sport1, aperto a tutti gli abbonati per le partite dell’italia. Se non crollerò dal sonno, se la partita meriterà di essere vista, per i prossimi 100 minuti aggiornerò via via questo articolo con le mie impressioni.

Ma mentre gli occhi già si fanno pesanti un pensiero: ma anche per i mondiali 2014 sempre in Brasile avremo partite a quest’ora ? Pensiero tremendo.

– le prime immagini restituiscono un  pubblico colorato ed entusiasta.

– Giaccherini regolarmente in campo, nonostante molte critiche ingiuste nella prima partita. Secondo me giocò molto bene con il Messico.  Novità rispetto a quella partita Maggio al posto di Abate sulla fascia destra e Aquilani a centrocampo al posto di Marchisio. Forse quest’ultimo con il Messico era un po’ fuori ruolo, Aquilani dovrebbe essere più a suo agio.

–  2° minuto il Giappone appare molto dinamico, fa girare palla bene e tutti corrono. Lancio in profondità in piena area, la difesa dell’Italia fatica a liberare, palla sempre ai nipponici.

– 5° minuto cross dalla sinistra sull’uomo solo in area, colpo di testa centrale, Buffona para facilmente. Ma il Giappone gioca ed arriva in area, l’Italia difende

– 7 ° il Giappone continua ad arrivare facilmente nella nostra area. Per fortuna non riescono a tirare.

– 8° calcio d’angolo per il giappone battuto basso, poi destro violento ed impreciso da fuori area.

– 10° Balottelli va via di forza sulla destra e crossa teso dentro, il portiere respinge.

– 13° palla messa fuori perchè Honda colpito da dietro da De Rossi rimane a terra.

– 16° gran tiro da fuori di Kagawa, Buffon respinge sopra la traversa in calcio d’angolo

–  19°  calcio di rigore per il Giappone. rilancio lungo del portiere direttamente nella nostra area, De sciglio sbaglia l’appoggio a Buffon che atterra l’attaccante nipponico. Solo giallo per il nostro portiere e rigore indiscutibile.

– 21° Honda non batte benissimo, ma segna tirando basso alla sinistra di Buffon.

 Italia 0 – Giappone 1

 – il Giappone corre molto più dei nostri, recuperano palla facilmente, attaccano. Gli azzurri ogni tanto provano il lancio lungo o cross in area imprecisi.

– 27° Nagatomo tira da sinistra, debolmente, Buffon para a terra.

– 27° Balottelli cade in area, l’arbitro giustamente fischia la trattenuta del nostro giocatore

– partita con molto ritmo, piacevole da vedere

– 29° richiamo solo verbale per Aquilani entrato duro su Endo .  Aquilani esce, entra Giovinco

– 31° Pirlo perde palla a centrocampo, il Giappone parte in contropiede con 4 giocatori. L’Italia si salva in calcio d’angolo.

–  32 a seguito del calcio d’angolo la palla viene rimessa dentro e Kagawa in mezza rovesciata tira verso il palo sinisto, GOAL

 Italia 0 – Giappone 2

– 35° De Rossi fallo al liite dell’area, Giallo

– 36 4 in barriera, tiro a girare, Buffon deve fermare in due tempi, pressato.

– Giappone frizzante fa l’Italia, l’Italia fa l’italietta

. Giappone che non butta mai via il pallone, gioca anche negli spazi stretti, fraseggia, corre, recupera palloni e difende abbastanza bene

– Italia sbaglia troppi passaaggi e fatica ad arrivare davanti

– 38° Balottelli a terra, calcio di punizione per l’Italia 10 metri fuori l’area, batte Pirlo, alto sopra la traversa, di poco

– 40° su tiro di Pirlo deviato, calcio d’angolo battuto benissimo dallo stesso Pirlo, De Rossi ruba il tempo ed in grande stacco segna di testa.

 Italia 1 – Giappone 2

– 44° su un pallone alto Chiellini spinto a terra, calcio di punizione da sinistra vicino all’area. Discussione Pirlo – Balottelli, batte Pirlo sulla barriera

-46 ° Giaccherini servito in area, dribbla il difensore e calcia sul palo sinistro.  Finisce qui il primo tempo

Un Giappone che non ci aspettavamo, dinamico, ben messo in campo, con idee e fantasia, con tutta la squadra che partecipa al gioco. Ogni tanto, qualche indecisione in difesa ma l’Italia non sa approfittarne. Complimenti a Zaccheroni.

Italia ha subito il gioco nipponico, ha perso molte palle, non è riuscita a sviluppare il gioco in attacco. Meglio dal gol di De Rossi, un po’ più convinti.

Italia – Giappone Secondo Tempo

– Inizia il secondo tempo sotto la piogga, il Giappone si ripresenta subito in avanti, questa volta più imprecisi. L’Italia sembra più reattiva ma sbaglia ancora i passaggi.

– 49° autogol del Giappone (Uchida) dopo che Giaccherini ha danzato sulla linea di fondo salvando un pallone e rimettendolo al centro. Dubbi se la palla era ancora dentro e se Giaccherini fa fallo di mano.

sento grida ed urla in paese, non tutti dormono allora

 Italia 2 – Giappone 2

– 51° calcio di rigore per l’Italia per fallo di mano su tiro di Giovinco. Hasebe ammonito, fallo comunque involontario

– Tira Balottelli, sul palo destro GOAL

 Italia 3 – Giappone 2

– 55° gran sinistro di Giovinco dal limite destro dell’area Kawashima devia in calcio d’angolo. Maggio non devia il cross

– 56° Kagawa si diverte e diverte il pubblico, fugge sulla sinistra, crossa teso dentro, buffon in tuffo devia. Il Giappone preme e gioca ancora

– 59° entra Abate, esce Maggio

 – 59° Pestone a Balottelli a sinistra dell’area, Pirlo batte la punizione, liberano con difficoltà, ma poi il Giappone parte in contropiede, sfumato

– 60° Honda ancora una volta trovato verticalmente in area, si gira ma non trova nessun compagno

– 64° Palla nella nostra area, stop di petto e palla fuori. Il Giappone continua a giocare, L’italia soffre ed ogni tanto tenta di uscire dalla pressione nipponica

– 67° fallo di De Sciglio all’angolo sinistro dell’area. In attesa della punizione esce Giaccherini ed entra Marchisio

– 68° bel cross di Endo e gran colpo di testa di Okazaki che gira in porta, nulla da fare per Buffon

 Italia 3 – Giappone 3

Illusi dal momentaneo vantaggio dell’Italia che però non ha mai mostrato bel gioco. Il Giappone ha il possesso palla, guida la partita, diverte, segna. Ci vuole una scossa azzurra, gioco di squadra e sacrificio.

– 70° Honda dribla 2 difensori, tira forte centrale, Buffon respinge, Honda recupera e guadagna ancora un calcio d’angolo

– 71° Giovinco spreca in maniera incredibile un contropiede 3 contro 3

– 72° esce Uchida, entra Sakai

– 73° Balottelli servito in area, solo davanti al portiere mentre tenta il tiro, viene messo giù ma l’arbitro giustamente fischia il suo controllo con un braccio

– 74° Balottelli trattenuto, punizione dall’angolo sinistro, batte il solito Pirlo, lungo sul secondo palo e palla fuori

– 76° Honda mette al centro dalla destra, l’Italia respinge centrale e un centrocampista giapponese spara forte, ma alto

– 77° esce Maeda  entra Havenaar

– 80° bel pallone filtrante in area di Giovino per Montolivo che spreca non trovando il tempo

– sul successivo contropiede palo e traversa del Giappone sulla stessa azione. Colpo di testa ravvicinato che rimbalza in terra a porta vuota e sale a toccare la traversa.

C’è chi gioca con personalità, nessuno tra gli italiani.

– azioni insistenti del giappone, l’Italia non riesce a conquistare il pallone, è messaa alle corde, il pubblico incita a gran voce i nipponici, che tentano in ogni modo, ma non riescono comunque mai a calciare.

– 85° De rrossi in verticale dentro per Marchisio, che in orizzontale palla bassa serve Giovinco solo al centro che di prima insacca facilmente GOAL

Italia 4 – Giappone 3

– 88° braccio largo di Chiellini, punizione dalla destra, palla in area e Abate in calcio d’angolo.

– Sull’azione in area Honda fa tutto di più, la palla sbatte poi sulla traversa, poi carambola in rete, annullato per fuorigioco

3 minuti di recupero

L’Italia tiene palla e la fa circolare perdendo tempo, devono solo resistere 3 minuti

91° ammonito Sakai,  esce Kengo entra Nakamura

92° calcio d’angolo per il giappone, confusione in area, palla fuori

Finita, Italia batte Giappone 4-3 con una partita rocambolesca, giocata decisamente male, non meritatamente. Solo Buffon strappa la sufficienza, gli altri senza personalità, al di sotto delle loro qualità e delle aspettative.

La faccia triste di Zaccheroni dice come è andata la partita. Non è arrabbiato è rassegnato. L’Italia con molta fortuna vince, si qualifica per le semifinali, Adesso se la deve vedere con il Brasile per il primo posto nel girone.

Buonanotte !

Italia Giappone Confederation Cup Brasile 2013 – cronaca live ultima modifica: 2013-06-19T23:50:36+00:00 da 3Pareggi admin

Mi interessa la tua opinione su questo, lascia un commento