Milan Barcellona 2-0

milan barcellona 2 0

Il Milan può farcela. Chi lo diceva non aveva un tono molto convinto, a parte il suo Presidente .

Il Barcellona da molti anni ormai è un’autentico terrore per ogni squadra che deve affrontarlo .

Il Barcellona è identificato con il calcio vincente.

Ma questa volta ha vinto il Milan. Meritatamente, nonostante il gol viziato dal fallo di mano, nonostante il ‘campo di patate’, nonostante che gli avversari non ci stanno, molto poco sportivamente non ci stanno.

Dopo la partita, in cui sinceramente ha fatto poco, il centrocampista Piquè ha così parlato con i giornalisti italiani: “Non è colpa del campo, non è colpa dell’arbitro, anche se il loro gol è visiato da un fallo di mano: abbiamo giocato molto male, non abbiamo trovato la rete in avvio nonostante la nostra supremazia. Non abbiamo creato tante occasioni da gol, dobbiamo fare molto di più per passare. Vincere a San Siro è difficile – dice ancora il difensore spagnolo -, e il Milan ha tenuto alto il ritmo. Lo ripeto, abbiamo giocato male“.

Peccato che poi ai giornalisti spagnoli abbia dato un’altra versione: “Stasera ci hanno dato una lezione di catenaccio all’italiana. Ho protestato e preso il giallo perché il fallo di mano sul gol era chiarissimo. Non so come ha fatto a non vederlo“.

Il catenaccio è sempre la scusa di qualsiasi squadra straniera che perda contro una italiana. Questo maledetto catenaccio, sinonimo di cattivo calcio, di difesa ad oltranza.

Mentre il Tiki-taka (o tiqui-taca in spagnolo) cos’è ? Un gioco d’attacco ?  Spettacolare si, perchè spettacolari sono gli interpreti del Barcellona, con il loro piedi sopraffini, ma il Tiki-Taka è una tattica difensivista quanto il nostro difendi e riparti  del catenaccio.

Il Tiki-taka è caratterizzato da ragnatele di passaggi rasoterra, perlopiù in orizzontale, svolti con estrema calma in modo da imporre il proprio possesso di palla per la maggior parte della durata della partita.  Le verticalizzazioni sono limitate soltanto ai momenti in cui capita di riuscire a trovare nitidi spazi tra le linee. La prima regola è non perdere mai il pallone e la pazienza. Chi ha la palla non subisce gol ed al limite pareggia.   Il Tiki-taka a ben guardare è una difesa ad oltranza. E se non vinci, come è successo mercoledì, questo modo di giocare non è poi così bello da vedere.





La scommessa di questa settimana:

Palermo v Genoa  X 3,30

Hellas Verona v Varese X  3,30

West Brom v Sunderland X 3,50

Milan Barcellona 2-0 ultima modifica: 2013-02-22T17:14:36+00:00 da 3Pareggi admin

Mi interessa la tua opinione su questo, lascia un commento